EDITORIALE N. 1/2016

Pizzorusso, studioso delle fonti del diritto


caretti paolo moddi Paolo Caretti

1. Lo scorso 13 dicembre Alessandro Pizzorusso ci ha lasciato. Non è mia intenzione qui ricordarne la figura scientifica ed umana che altri molto meglio di me avrà occasione di fare nei mesi che verranno. Con queste brevi note, tenendo conto dell’indirizzo specifico dell’”Osservatorio”, vorrei richiamare l’attenzione sul contributo di straordinario rilievo che Pizzorusso ha dato allo studio del sistema delle fonti normative.

Continue Reading

SPECIALE RIFORME COSTITUZIONALI


IV SEMINARIO DELLE UNIVERSITA' TOSCANE SULLE RIFORME COSTITUZIONALI; FIRENZE, 15 FEBBRAIO 2016

icon Paolo Caretti, IV seminario dei costituzionalisti toscani sulle proposte di riforma costituzionale. Introduzione

icon Umberto Allegretti, Enzo Balboni, Una revisione costituzionale con alcune buone intenzioni e molte contraddizioni

icon Elena Bindi, la promozione dell'equilibrio tra donne e uomini nella rappresentanza (artt. 55, comma 2, e 122, comma 1, cost.)

icon Massimo Carli, La riforma costituzionale

icon Elisabetta Catelani, Il disegno di legge costituzionale Boschi/Renzi: il primo passo di una riforma complessa

icon Ginevra Cerrina Feroni, Difetti e pregi, di metodo e di merito, della riforma comunque da salvare

icon Enzo Cheli, Una riforma necessaria, ma che rischia di non funzionare

icon Carlo Fusaro, Traccia di ragionamento sulla riforma costituzionale in itinere

icon M. Cristina Grisolia, Il futuro della riforma Renzi: la sua attuazione o il suo abbandono

icon Stefano Merlini, La riforma costituzionale, l'art. 138 della Costituzione e il referendum

icon Roberto Zaccaria, Incontri toscani sulla riforma. Appello per il referendum: distinguere le responsabilità di Governo dalla scelta costituzionale


SEMINARIO "IL PROCEDIMENTO DI REVISIONE DEGLI STATUTI SPECIALI: IL PROBLEMA DEL COORDINAMENTO TRA LA LEGGE COSTITUZIONALE N. 2 DEL 2001 E IL DDL COSTITUZIONALE "RENZI-BOSCHI""; PALERMO, 17/12/2015

icon Caterina Barone, Carla Di Martino, Il procedimento di revisione degli statuti speciali: il problema del coordinamento tra la legge costituzionale n. 2 del 2001 e il ddl costituzionale "Renzi-Boschi". Report dell'incontro di studio del 17 dicembre 2015 tenutosi a Palermo nella Sala rossa dell'Assemblea Regionale Siciliana

icon Manuela Salvago, L'incidenza della clausola di salvaguardia prevista dal disegno di riforma costituzionale in itinere (A.C. 2613-D) sui procedimenti di revisione degli statuti speciali

icon Paolo Scarlatti, Questioni transitorie e clausola di non applicazione. Profili problematici dell'art. 39, comma 13, del disegno di legge costituzionale S 1429-D – XVII Legislatura

SPECIALE PRIN

"LA LINGUA COME FATTORE DI INTEGRAZIONE SOCIALE E POLITICA"

Coordinatore scientifico: Prof. Paolo Caretti 

 


Relazioni

icon Andrea CardoneTre questioni costituzionali in tema di ufficialità della lingua italiana e di insegnamento universitario

icon Maria Cristina Grisolia, La lingua italiana: un valore da tutelare? Problemi e prospettive


icon Erik Longo, Il diritto all’assistenza linguistica nel processo penale: profili di diritto costituzionale europeo


Lingua, istruzione e integrazione delle nuove minoranze

icon Francesca Biondi Dal Monte, La lingua come strumento di integrazione scolastica delle nuove minoranze tra prospettive internazionali e diritto interno

icon Bruno Brancati, L'insegnamento delle lingue di origine agli stranieri, alla luce del diritto nazionale e sovranazionale

icon Vincenzo Casamassima, Giacomo Delledonne, Integrazione linguistica e multilinguismo nel contesto dell'ordinamento dell'unione europea. La prospettiva dell'integrazione scolastica dei migranti

icon Andrea Marchetti, Le minoranze linguistiche nel sistema scolastico del Regno Unito alla luce della disciplina sulla tutela delle lingue regionali: origini e sviluppi di un sistema a tutele differenziate (NUOVO CONTRIBUTO)

icon Cristina Napoli, L'integrazione linguistica dei minori stranieri nell'ordinamento scolastico italiano (NUOVO CONTRIBUTO)


Le Regioni a statuto speciale e tutela della lingua. Quale apporto per l’integrazione sociale e politica? (NUOVI CONTRIBUTI)

icon Julinda Beqiraj, La Carta europea delle lingue regionali e minoritarie: potenzialità e freni

icon Lucia Busatta, La lingua quale fattore di integrazione nella tutela del diritto alla salute

icon Marta Tomasi, Il fattore linguistico e il diritto all’informazione

icon Alessandro Mongili, L'uso del Sardu e la sua situazione sociale e giuridica 

icon William Cisilino, in collaborazione con Pietro Bortolotti, La disciplina giuridica sull'uso della lingua friulana nella pubblica amministrazione

icon Ruth Margit Volgger, L'uso della lingua tedesca nei servizi pubblici

icon Roberto Louvin, Il ‘modello scolastico valdostano’ alla prova del tempo

icon  Flavio Guella, La disciplina del sistema scolastico nelle autonomie speciali con “piccole” minoranze, tra plurilinguismi e diritto allo studio in “lingua propria”

icon Monica Rosini, Recenti sviluppi in tema di uso delle lingue minoritarie nei procedimenti giudiziari 

icon Hannes Hofmeister, La giurisprudenza della Corte di Giustizia dell'UE sulla lingua processuale dinanzi ai tribunali altoatesini. Un'analisi del caso Grauel Rüffer 

icon Benno Baumgartner, La tutela delle minoranze nel processo penale e minorile sudtirolese

icon Roberto Farneti, Politiche della lingua e partiti etno-regionalisti - Aggregazione contra integrazione 

icon Roberta Medda-Windischer, Nuove minoranze e accesso alla Pubblica Amministrazione quale strumento di inclusione e pari opportunità: La Provincia autonoma di Bolzano/Bozen e la Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste in prospettiva comparata

icon Orsolya Farkas, Gli immigrati e il mondo del lavoro

icon Karl Kössler, Immigrants' political participation in linguistically diverse territories - The Autonomous Province of Bolzano and the Region Valle d'Aosta in an international context



RACCOLTA DELLA DISCIPLINA GIURIDICA
RIGUARDANTE L'USO DELLA LINGUA IN ITALIA

di Marco Croce e Giuseppe Mobilio (NOVITA')

La presente banca dati è stata pensata per rendere disponibili, a latere dei risultati della ricerca condotta in relazione al presente PRIN, gli atti normativi fondamentali e più significativi per comprendere come l'ordinamento costituzionale italiano, durante la sua storia, si sia atteggiato nei confronti dei problemi linguistici.

Esistono altre banche dati, alle quali si è fatto riferimento per la ricerca di parte del materiale che è parso interessante raccogliere, che si limitano al periodo costituzionale: è parso invece opportuno estendere la ricerca, per quanto possibile, anche al periodo statutario, così come è parso opportuno ordinare i risultati della ricerca periodizzando la banca dati. Ciò dovrebbe consentire, oltre a una - si spera - più agile leggibilità, di cogliere meglio le tendenze che l'ordinamento italiano ha manifestato riguardo al problema oggetto di studio in questo programma nazionale di ricerca.

LE RUBRICHE DELL'OSSERVATORIO


Autorità indipendenti: AGCM - AGCOM - ANAC - Garante Privacy 
A cura di Giovanna De Minico, con la collaborazione di Marana Avvisati, Fabio Dell'Aversana, Miriam Viggiano.

Autorità indipendenti: AEEGSI - ART - Banca d'Italia - Commissione Garanzia Sciopero - CONSOB - COVIP - IVASS 
A cura di Giusto Puccini, con la collaborazione di Valentina Giannelli e Leonardo Brunetti.

Attività consultiva del Consiglio di Stato
A cura di Orlando Roselli, con la collaborazione di Francesco Sampugnaro e Marco Prestifilippo.

Fonti dell'Unione europea e internazionali
A cura di Adelina Adinolfi, Annalisa Ciampi e Filippo Donati, con la collaborazione di Federico Gianassi, Nicole Lazzerini e Deborah Russo.

Fonti degli Enti locali
A cura di Cecilia Corsi, con la collaborazione di Monica Rosini.

Fonti delle Città metropolitane
A cura di Cecilia Corsi e Andrea Simoncini, con la collaborazione di Costanza Masciotta e Giuseppe Mobilio.

Fonti delle Regioni ordinarie
A cura di Elisabetta Catelani e Gianni Di Cosimo, con la collaborazione di Pietro Milazzo.

Fonti delle Regioni speciali e delle Province autonome
A cura di Giuseppe Verde, con la collaborazione di Marco Armanno, Elisa Cavasino, Antonella Gagliano, Giovanni Scala e Andrea Sciortino.

A cura di Stefania Baroncelli, con la collaborazione di Monica Rosini e Marta Tomasi.

Fonti statali
A cura di Andrea Simoncini, Giovanni Tarli Barbieri e Pierfrancesco Lotito, con la collaborazione di Erik Longo e Giuseppe Mobilio.

Giurisprudenza costituzionale
A cura di Marcello Cecchetti ed Emanuele Rossi. Con la collaborazione di Vincenzo Casamassima. Collaborano altresì: Paolo Addis; Francesca Biondi Dal Monte; Andrea Bonomi; Marco Croce; Francescalberto De Bari; Giacomo Delledonne; Angela Di Carlo; Emiliano Frediani; Peter Lewis Geti; Pietro Masala; Marco Mazzarella; Francesco Monceri; Fabio Pacini; Carlotta Redi; Elettra Stradella; Elena Vivaldi.

Interna corporis
A cura di Nicola Lupo, con la collaborazione di Giovanni Piccirilli, Cristina Fasone e Luca Gori.

Qualità della normazione
A cura di Massimo Carli, con la collaborazione di Marta Picchi.

Raccordi parlamentari Italia-UE
A cura di Nicola Lupo, con la collaborazione di Enrico Albanesi.

A cura di Stefania Baroncelli, con la collaborazione di Monica Rosini e: Esther Happacher e Maria Bertel (Austria), Patricia Popelier (responsible) e Werner Vandenbruwaene (collaborator) (Belgium), Franck Laffaille (France), Jakob Julius Nolte (Germany), Ana M. Carmona Contreras (Spain),

©2008 Osservatoriosullefonti.it - Registrazione presso il Tribunale di Firenze n. 5626 del 24 dicembre 2007  - ISSN 2038-5633

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

Privacy policy