Le Rubriche dell'Osservatorio

A cura di Nicola Lupo, con la collaborazione di Enrico Albanesi

Introduzione

Con riguardo al periodo esaminato (1° marzo 2017-30 giugno 2017) meritano di essere segnalati un parere contrario, specie per ciò che riguarda il principio di proporzionalità, della 10a Commissione Industria, Commercio, Turismo del Senato su una proposta di direttiva di modifica della c.d. direttiva servizi; nonché le forti criticità sotto il profilo del principio di proporzionalità (sia pure in questo caso nell’ambito di un parere non ostativo) espresse dalla 14a Commissione Politiche dell’Unione europea del Senato su due proposte di regolamento volte a modificare una serie di atti legislativi vari.

Nello stesso periodo meritano di essere altresì segnalate le risoluzioni di Camera e Senato sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio in vista del vertice del Consiglio europeo del 22 e 23 giugno 2017. Particolarmente significativo nelle risoluzioni è l’impegno assunto dal Governo in materia di immigrazione ad attivarsi per prevedere una nuova misura emergenziale a sostegno degli Stati membri in prima linea nella gestione della relativa emergenza e per superare le regole del Regolamento di Dublino.

A.S., Doc. XVIII, n. 201, 10 maggio 2017

Motivi della segnalazione

La 10a Commissione Industria, Commercio, Turismo del Senato, nell’esaminare la Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l’applicazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno, che istituisce una procedura di notifica dei regimi di autorizzazione e dei requisiti relativi ai servizi, e che modifica la direttiva 2006/123/CE e il regolamento (UE) n. 1024/2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno (COM (2016) 821def.), ha espresso parere contrario specie per ciò che riguarda il rispetto del principio di proporzionalità.

A.S., Doc. XVIII, n. 200, 3 maggio 2017

Motivi della segnalazione

La 14a Commissione Politiche dell’Unione europea del Senato, nell’esaminare la Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che adatta all’articolo 290 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea una serie di atti giuridici nel settore della giustizia che prevedono il ricorso alla procedura di regolamentazione con controllo (COM (2016) 798 def.) e la Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che adatta agli articoli 290 e 291 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea una serie di atti giuridici che prevedono il ricorso alla procedura di regolamentazione (COM (2016) 799), ha espresso forti criticità (sia pure nell’ambito di un parere non ostativo) specie per ciò che riguarda rispetto del principio di proporzionalità.

XVII leg., res. sten. n. 818, seduta del 21 giugno 2017
XVII leg., res. sten., 843a seduta del 21 giugno 2017

Motivi della segnalazione

Camera e Senato hanno approvato risoluzioni sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio in vista del Consiglio europeo del 22 e 23 giugno 2017. In particolare, le Camere hanno impegnato il Governo ad attivarsi per allargare il consenso della Commissione europea e degli Stati membri sulla necessità di prevedere una nuova misura emergenziale a sostegno degli Stati membri in prima linea nella gestione dell’emergenza immigrazione, nell’attesa di una più ampia riforma del sistema comune europeo dell’asilo, e a procedere con urgenza al superamento delle regole del Regolamento di Dublino, in favore di un meccanismo permanete e un sistema comune di asilo europeo improntato ai principi di solidarietà.
Il Consiglio europeo ha effettivamente poi invitato la Commissione «a esplorare possibili soluzioni per alleviare l’onere che grava sugli Stati membri in prima linea» ed il Consiglio «a portare avanti i negoziati [per un futuro accordo globale sul sistema europeo comune di asilo] e modificare ove necessario le proposte legislative, con il concorso attivo della Commissione».

Osservatorio sulle fonti

Rivista telematica registrata presso il Tribunale di Firenze (decreto n. 5626 del 24 dicembre 2007). ISSN 2038-5633.

L’Osservatorio sulle fonti è stato riconosciuto dall’ANVUR come rivista scientifica e collocato in Classe A.

Contatti

Per qualunque domanda o informazione, puoi utilizzare il nostro form di contatto, oppure scrivici a uno di questi indirizzi email:

Direzione scientifica: direzione@osservatoriosullefonti.it
Redazione: redazione@osservatoriosullefonti.it 
Saggi, note e commenti: saggi@osservatoriosullefonti.it

Il nostro staff ti risponderà quanto prima.

© 2017 Osservatoriosullefonti.it. Registrazione presso il Tribunale di Firenze n. 5626 del 24 dicembre 2007 - ISSN 2038-5633