AGCM - AGCOM - ANAC - Garante Privacy

A cura di Giovanna De Minico, con la collaborazione di Marana Avvisati, Fabio Dell'Aversana, Maria Orefice e Miriam Viggiano


 

 

Aggiornato al 05.03.2021

Rubrica a cura di Giovanna De Minico

Scheda di Fabio Dell’Aversana

 

Come è noto, il d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33, e successive modifiche e integrazioni, contiene una dettagliata disciplina del diritto di accesso civico e dei connessi obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Il c.d. Decreto trasparenza, in particolare, prevede vari istituti volti a sensibilizzare le amministrazioni alla adozione di forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche proprio con l’obiettivo di promuovere e agevolare la partecipazione dei cittadini al dibattito pubblico.

Il tema ha suscitato l’interesse dell’Autorità Nazionale Anticorruzione che è già intervenuta con la determinazione n. 1309 del 28 dicembre 2016 contenenti le Linee guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico.

Aggiornato a marzo 2021

Rubrica a cura di Giovanna De Minico

Scheda di Marana Avvisati

 

Periodo di riferimento: novembre 2020 – marzo 2021

Nel periodo di riferimento considerato, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha adottato tre interventi di carattere regolamentare: a) una delibera riguardante le modalità di acquisto consapevole dei servizi premium da parte degli utenti consumatori; b) una delibera riguardante le modalità di gestione interna delle richieste di rateizzazione delle sanzioni amministrative pecuniarie adottate dall’Autorità; c) l’avvio di una Indagine conoscitiva sulle piattaforme online, e di un gruppo di lavoro interno per la predisposizione di nuove e ulteriori misure a tutela dei minori nel settore delle comunicazioni.

Aggiornato al 27.02.2021

Rubrica a cura di Giovanna De Minico

Scheda di Maria Orefice

 

Premessa 

Nel periodo di riferimento considerato (Novembre 2020 – Febbraio 2021) non si registrano provvedimenti di carattere generale del Garante per la protezione dei dati personali (di seguito ‘Garante’).

Il Garante è intervenuto perlopiù con provvedimenti collegiali a carattere particolare rivolti a soggetti determinati (a seguito di richieste di consultazione preventiva, richieste di pareri, reclami, etc.). Oltre a ciò, ha esercitato per la prima volta i poteri straordinari riconosciutigli dall’art. 66 del Regolamento generale sulla protezione dei dati personali 2016/679 (“General Data Protection Regulation - GDPR”) con il provvedimento del 22 gennaio 2021 emesso nei confronti del social network TikTok (di seguito, “TikTok” o “Società”)[1].

Osservatorio sulle fonti

Rivista telematica registrata presso il Tribunale di Firenze (decreto n. 5626 del 24 dicembre 2007). ISSN 2038-5633.

L’Osservatorio sulle fonti è stato riconosciuto dall’ANVUR come rivista scientifica e collocato in Classe A.

Contatti

Per qualunque domanda o informazione, puoi utilizzare il nostro form di contatto, oppure scrivici a uno di questi indirizzi email:

Direzione scientifica: direzione@osservatoriosullefonti.it
Redazione: redazione@osservatoriosullefonti.it

Il nostro staff ti risponderà quanto prima.

© 2017 Osservatoriosullefonti.it. Registrazione presso il Tribunale di Firenze n. 5626 del 24 dicembre 2007 - ISSN 2038-5633