Fascicoli

Procedimenti pregiudiziali e applicazione di parametri costituzionali ed europei a tutela dei diritti fondamentali

di Francesca Martines

SOMMARIO: 1. La sentenza della Corte cost. n. 269 del 14 dicembre 2017 e la ridefinizione del ruolo dei giudici interni e della Corte costituzionale nella soluzione dei contrasti tra norme interne e parametri costituzionali europei e nazionali. - 2. L'applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea agli atti degli Stati e la coincidenza dei parametri costituzionali europei e nazionali. - 3. La precedenza della pregiudizialità costituzionale rispetto al rinvio alla Corte di giustizia. - 4. Potenziali contrasti tra giudicati e ipotesi di soluzione. - 5. Conclusioni.

 

In its judgment n. 269 of 14th December 2017 the Italian Constitutional Court (ICC) redefined its relationship with Italian judges in cases of incompatibility between national legislation and constitutional provisions that are equivalent to those contained in the Charter of Fundamental Rights of the European Union (CFREU). According to the previous ICC case law, Italian judges have to set aside national legislation conflicting with EU law (after a reference for a preliminary ruling to the European Court of Justice, where necessary). The ICC has now established that when the national provision infringes both Constitutional and the CFREU provisions, any Italian Court has first to ask the ICC to declare the unconstitutionality of the Italian norm. It is clear that if the previous solution was maintained, the setting aside of a national norm conflicting with a provision of the CFREU equivalent to a constitutional provision would entail, de facto, a check of constitutionality of Italian statute by Italian judges, a check which is an exclusive competence of the ICC in the Italian legal order. This revirement of the ICC raises a number of questions; in particular this paper discusses the issue of the order of precedence between preliminary rulings and the consequences of different evaluations of the ICC and of the ECJ concerning provisions of the CFREU corresponding to Constitutional provisions.

Osservatorio sulle fonti

Rivista telematica registrata presso il Tribunale di Firenze (decreto n. 5626 del 24 dicembre 2007). ISSN 2038-5633.

L’Osservatorio sulle fonti è stato riconosciuto dall’ANVUR come rivista scientifica e collocato in Classe A.

Contatti

Per qualunque domanda o informazione, puoi utilizzare il nostro form di contatto, oppure scrivici a uno di questi indirizzi email:

Direzione scientifica: direzione@osservatoriosullefonti.it
Redazione: redazione@osservatoriosullefonti.it 
Saggi, note e commenti: saggi@osservatoriosullefonti.it

Il nostro staff ti risponderà quanto prima.

© 2017 Osservatoriosullefonti.it. Registrazione presso il Tribunale di Firenze n. 5626 del 24 dicembre 2007 - ISSN 2038-5633