Archivio saggi

Le norme pattizie come parametro di costituzionalità delle leggi: questioni chiarite e questioni aperte a dieci anni dalle sentenze "gemelle"

di Giuseppe Palmisano

SOMMARIO: 1. La base di partenza: la rilevanza dei trattati nell'ordinamento italiano fino alla revisione costituzionale del 2001. - 2. Il contributo delle sentenze "gemelle": i punti salienti nel modello di ragionamento della Corte costituzionale. - 3. La rilevanza non esclusiva della CEDU agli effetti dell'integrazione del parame-tro interposto di costituzionalità. - 4. L'individuazione dei trattati idonei ad essere presi in considerazione per integrare il parametro previsto dall'art. 117. - 5. Le norme pattizie come oggetto esterno del rinvio mobile realizzato dall'art. 117. - 6. Il principio di conformità e la rilevanza della giurisprudenza delle corti internazionali per il giudice interno. - 7. L'inidoneità delle norme pattizie contrastanti con la Costituzione a fungere da parametro di costituzionalità delle leggi. - 8. L'uso dei poteri interpretativi del giudice per regolare i rapporti tra norme di legge e norme pattizie configuranti parametro di costituzionalità.


The Italian Constitutional Court's decisions n. 348 and 349 of October 2007 - the so-called "twins judgments" - marked a major step forward in the direction of opening up the Italian legal order to international obligations stemming from treaties to which Italy is a party. In the last decade, some arguments made by the Constitutional Court in 2007 received important clarifications by the subsequent constitutional jurisprudence, such as the fact that the treaty rules must be interpreted as rules belonging to an external legal order (i.e. international law) when they come into play as a constitutional parameter, as well as their "sub-constitutional" character, which prevent them to function as a constitutional parameter when their content is not in conformity with the Italian constitution. On the other hand, some problematic issues, which are strictly linked to the Constitutional Court's approach in the "twin judgments", still deserve to be clari-fied. This is the case with the identification of the kind of treaties that fall within the category of constitutional parame-ters, according to Art. 117.1 of the Italian Constitution. And this is also the case with the extent of the power of ordi-nary judges to resolve possible antinomies between internal legislation and treaty rules, without submitting the issue of constitutionality to the Constitutional Court.

Osservatorio sulle fonti

Rivista telematica registrata presso il Tribunale di Firenze (decreto n. 5626 del 24 dicembre 2007). ISSN 2038-5633.

L’Osservatorio sulle fonti è stato riconosciuto dall’ANVUR come rivista scientifica e collocato in Classe A.

Contatti

Per qualunque domanda o informazione, puoi utilizzare il nostro form di contatto, oppure scrivici a uno di questi indirizzi email:

Direzione scientifica: direzione@osservatoriosullefonti.it
Redazione: redazione@osservatoriosullefonti.it 
Saggi, note e commenti: saggi@osservatoriosullefonti.it

Il nostro staff ti risponderà quanto prima.

© 2017 Osservatoriosullefonti.it. Registrazione presso il Tribunale di Firenze n. 5626 del 24 dicembre 2007 - ISSN 2038-5633